Slackline

The Village

Slackline

Lo slackline in apparenza riporta subito a uno sport ‘da circo’: l’acrobata sulla corda nel vuoto. In realtà, il contenuto tecnico è molto maggiore: si cammina su una ‘fettuccia’ tubolare o piatta larga tra i 25 e i 50 mm tesa tra due punti di ancoraggio, che possono essere in ambiente naturale, ma più spesso anche in palestra o in ambiente urbano moderno o anche tra antichi e suggestivi monumenti. A differenza del funambolismo classico, in cui si utilizza una corda di acciaio con qualità statiche, il materiale utilizzato per la slackline ha caratteristiche dinamiche che causano movimenti oscillanti che l’atleta deve contrastare per non perdere il bilanciamento. Richiede quindi equilibrio, concentrazione, coordinamento, tensione fisica, creatività e coraggio. Spesso la slackline viene tesa su gole o tra guglie rocciose; altezze di 100 metri non sono una rarità. Nonostante l’atleta sia assicurato con un’imbracatura, sulla highline lo sforzo, soprattutto mentale e psicologico, è enorme. È proprio l'elasticità che le dà il nome, slackline, che in italiano possiamo tradurre in filo-molle, per distinguere questo 'filo' dalla fune tesa o tightrope in inglese.

Da sottolineare che 'tightrope walker', cioè il camminatore della fune tesa, viene tradotto in italiano in funambolof (lat. "funis" - corda, "ambulare" - andare) che risale al terzo secolo a.C. camminanre sulla corda era già conosciuto Lo slackling nasce negli Stati Uniti principalmente in Yosemite Valley nei primi anni 80 dove si sviluppa specialmente nell'ambiente dell'arrampicata,in Europa si sta diffondendo in questi anni. Il Trickline è la specialità più praticata perché è quella più semplice e divertente per iniziare. Basta comprare la fettuccia, legarla a due alberi e provare a mantenere l’equilibrio standoci sopra. Man mano che aumenta la confidenza e si riesce a stare per lungo tempo in equilibrio, si può iniziare a fare ciò per cui questa variante esiste: itrick, ovvero le acrobazie. Salti, capriole, appoggi particolari: qualsiasi cosa vi passi in mente, è possibile farla nel Trickline. Ovviamente questa variante prevede una fettuccia piuttosto larga e non molto tesa, perché l’obiettivo non è camminare ma fare tricks. Viene utilizzata come allenamento dai professionisti dello snowboard e dello skateboard perché molte evoluzioni richiamano quasi alla perfezione i movimenti che si possono fare sulla tavola, soprattutto in fase di atterraggio.

Trainer

Giuseppe di Bella
Giuseppe di BellaPRESIDENTE SLACKLINE ASD SICILIA

Slackline

Programma

Prove Slackline per Beginners  su basiclines
31-1-2 / Lungomare / dalle 16.30
 
Workshop - Le basi della Slackline
1 / Lungomare / 1 ora
 
Esibizioni di slackline (highline)
31 / Centro Storico / Midline Urbana / dalle 16.30
1 / Lungomare / Waterline / dalle 16.30
2 / Centro Storico / Midline Urbana / dalle 16.30
 
Meeting di slackline (highline e waterline) 
31-1-2-3-4-5-6 / Rocca e Kalura / dalle 8 alle 20

Contatti

Telefono  +39 393 8553909
Mail slacklinesicilia@gmail.com

Image

Event Support

Client 1
itenfrdees
© Copyright 2018 The Village. All Rights Reserved. Designed by WebVox.it | P.IVA: 96029210828

Search